Il COLLOQUIO DI LAVORO: il dramma di ogni neo laureato, il rito di passaggio tra ciò che hai studiato e ciò che dovrai dimostrare. Alcuni lo vedono come una sfida, altri come una condanna al patibolo, in ogni caso tutti sentono addosso quell’ansia da prestazione, nella quale non si sa cosa accadrà prima, durante e dopo; se ne uscirai vincente, o psicologicamente provato.

colloquio di lavoro

Per stemperare la tensione, abbiamo pensato di riportarvi le domande più bizzarre alle quali potreste essere sottoposti una volta varcata la soglia di quell’ufficio tanto temuto, più comunemente conosciuto come Risorse Umane.

Ecco a voi le più celebri stranezze provenienti da alcune famose aziende:

  • Qual è la filosofia delle arti marziali? (Capital One)
  • Quale supereroe sceglieresti di impersonare? (AT & T)
  • Che soluzione troveresti alla fame nel mondo? (Amazon)
  • Come metteresti un elefante in un congelatore? (Horizon Groupm Properties)
  • Cosa ne pensi dei nani da giardino? (Trader Joe’s)
  • Cosa faresti se ereditassi una pizzeria da tuo zio? (Volkswagen)
  • La vita ti affascina? (Ernst&Young)
  • Se i tedeschi fossero il popolo più alto del mondo, come lo dimostreresti? (HP)
  • In quante differenti modalità puoi raccogliere l’acqua da un lago e portarla dai piedi di una montagna fino alla cima?(Disney)
  • Nel 2008 quanti soldi hanno speso gli abitanti di Dallas in benzina? (American Airlines
  • Quante persone stanno usando Facebook a San Francisco alle 14.30 di venerdì? (Google)

 

Questi sono solo alcuni dei quesiti più particolari richiesti durante i colloqui di celebri multinazionali.

Potrebbero provocare un senso d’ansia o di smarrimento, ma a tutto ciò c’è un perché. 

Chi pone queste domande desidera analizzare l’elasticità mentale dell’individuo, la sua capacità di problem solving anche in situazioni fuori dal comune o il suo modo di approcciarsi alle sfide, è inoltre un modo per attuare un confronto tra le risposte degli altri candidati e valutarne la migliore.

La cosa importante da tenere a mente è che queste domande, pur essendo una piccola parte di tutto il processo riguardante il colloquio di lavoro, possono rivelarsi utili a stimolare un vostro lato creativo che non sapevate di avere.

colloquio di lavoro2

 

Vi siete mai trovati in una situazione simile? Scriveteci nei commenti, siamo ansiosi di conoscervi!

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata